CampiSportivi.com č il portale che mette in contatto i circoli ed i centri sportivi con gli amanti dello sport, gli atleti, i giocatori. Cerca un campo per nome, cittā, zona, prezzo, sport, e trova il campo che stavi cercando!

12 Ottobre, 2012

"Muoiono" le detrazioni fiscali per l'attivitā sportiva

Non è ancora pubblico il testo della nuova bozza di legge del Ddl sulla stabilità 2013, approvata martedì nel consiglio dei ministri e che verrà presentata alle camere nei prossimi giorni.
Ma già girano le prime intepretazioni, dopo che Il Sole 24 Ore è riuscito a pubblicarne il testo: leggi bozza.

Azzerate le detrazioni per l'attività sportiva, o quasi. Ecco perché:

  • La normativa vigente prevedeva una detrazione del 19% fino ad un tetto massimo di spesa di 210€.
    Una cifra pur risicata, ma meglio di niente.
  • La nuova normativa dovrebbe prevedere che le spese con detrazione al 19% (quindi anche quelle sportive) vadano calcolate con una franchigia di 250€.
    Ovvero va considerato solo l'importo che eccede i 250€ (in questo caso 0€, poiché ciò che supera i 210€ non può essere preso in considerazione).

Solo in caso di secondo figlio che abbia spese di attività sportiva, si riuscirebbe a detrarre qualcosa. Questo, almeno, secondo le prime interpretazioni. Per avere un quadro più dettagliato, bisognerà necessariamente aspettare.

Il Ministro Grilli si è già detto disponibile a ridiscutere la bozza. Per cui è decisamente troppo presto per trarre conclusioni, e stabilire se si tratti solo di una svista o di una volontà precisa. Sono molto probabili aggiustamenti vari, al fine di rendere più equilibrato il testo, e magari modificare i criteri di calcolo per la franchigia ed i tetti di spesa massimi.

Di certo non è una giornata positiva per lo sport nelle famiglie.


«« Indietro